AmiciDiVillata_11.jpg

Galleria Foto

Villata su YouTube

Amici di Villata

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi40
mod_vvisit_counterIeri96
mod_vvisit_counterQuesta settimana818
mod_vvisit_counterQuesto mese2675

Visitatori On_Line

 12 visitatori online
Via dal Villata per un malinteso
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Ricevo e pubblico una mail da una coppia di Amici di Villata:

mi duole ma non posso fare a meno di raccontare quanto accadutomi quest'anno al Villata, anche per mettere in guardia tutti i Villatiani ed evitare che ripetano la mia esperienza...

come noto il campeggio non è più naturista dal 2006 ma sulle dune ,riservate solo ai camper, è tollerato farlo. Così visto che ci siamo camperizzati decidiamo di tornare al Villata dopo 3 anni di assenza, anche perchè la spiaggia naturista seppur ridotta è sempre bella per dei bambini piccoli.

alla reception ci danno la possibilità di scegliere tra 3 piazzole ( si fa per dire in quanto non esiste una  delimitazione e i cartelli sono approssimativi, come scopriremo) nella prima troviamo l'erba alta, la seconda non la troviamo, la terza è perfetta e decidiamo di piazzarci.

il giorno dopo a pranzo arriva una coppia di giovani svizzeri e ci dice che quella piazzola spetta a loro avendola prenotata da tempo. mi mostrano la prenotazione sulla quale leggo un numero di piazzola ,il 13, che non corrisponde al mio ,il 15. Loro sostengono che quella è in realtà la piazzola 13, peccato che invece la 13 sia occupata da una signora anziana lì accanto. glielo faccio notare ma loro non mollano,chiamano la direzione e arriva l'impiegata che mi aveva assegnato la scelta tra la 5, la 14 e la 15. dice anche lei che quella che occupo è la 13 e mi devo spostare. le faccio vedere il cartello piantato proprio a 1 mt dal muso del camper(ho le foto) che indica il 15 e poi il foglio scritto di suo pugno con le piazzole disponibili. a questo punto l'impiegata mi strappa il foglio di mano e se ne va arrabbiata. torna con la proprietaria,m.me Agostini che in breve, dopo rapido sopralluogo alla ricerca di cartelli malmessi, mi dice devo spostarmi.

Faccio valere le mie ragioni, rifiutando lo spostamento anche perchè rimangono solo posti al sole e io ho 3 bambini ancora piccoli. Intanto la svizzera tenta di togliere il cartello 15 e spostarlo altrove. a questo punto mi arrabbio davvero e poi dico che ho già fatto le foto, M.me Agostini le dice di rimetterlo a posto e poi mi dice che al Villata i cartelli sono messi al fondo della piazzola, dunque la 15 è uno slargo della strada in piena povere e al sole!!! io replico che la 13 è accanto, occupata da una signora e non al fondo della "mia "piazzola dove non c'è alcun numero. Non ci sono santi, M.me Agostini minaccia di cacciarmi dal campeggio se non ottempero nel giro di 24 ore, io le chiedo di chiamare la gendarmeria per risolvere la questione poi le chiedo di restituirmi il foglio di assegnazione piazzola ,cosa che lei rifiuta.

E' guerra. Ce ne andiamo in spiaggia ma neanche lì ci lasciano in pace,ci cercano , ci pressano ma noi non desistiamo. Siamo convinti di essere nel giusto e questi modi ci sembrano assurdi. M.me Agostini minaccia di usare il trattore per spostarci ,poi ci annuncia che siamo formalmente espulsi,ospiti non desiderati e presentandoci il conto ci obbliga a lasciare il campeggio il giorno successivo.

Alla sera troviamo effettivamente il conto sul nostro tavolo (e se un colpo di vento lo portava via?)dopo cena si riflette. Siamo innanzitutto delusi e amareggiati dal comportamento di M.me Agostini e ci dispiace perchè insieme a molti altri la abbiamo sostenuta e appoggiata nel momento del bisogno firmando petizioni e quanto altro nel 2005 per la difesa della spiaggia e del campeggio. Poi dopo 3 anni di assenza facciamo un esame obiettivo della gestione. Sulle dune i bagni sono in pessimo stato. infestati da vespe, senza acqua calda,addirittura pericolosi per dei bambini. non c'è servizio di energia elettrica (ma questo almeno è dichiarato)e poi la spiaggia... capisco il naturismo spinto ma almeno un paio di volta a stagione pulire la spiaggia? invece i bravi Villatiani si danno da fare e se la puliscono , col risultato di creare mucchi informi di alghe e sabbia ....del Villata di un tempo, quando si attaccavano ai cartelli delle piazzole i periodi prenotati e non c'era il caos attuale non c'è rimasta traccia se non nei nostri ricordi... a questo punto decidiamo noi di andarcene noi come ospiti maltrattati e privati dei servizi più elementari(è giusto rischiare punture di vespa per prendere un pò d'acqua o fare una doccia fredda! ai bagni?) ma per protesta decidiamo di non pagare visto il trattamento subìto.

Quando lo comunico a M.me Agostini lei non fa una piega e accetta le mie condizioni pur di liberarsi di me e accontentare i due svizzerini.Una nota su questi ultimi . ad un certo punto ho chiesto loro di riconoscere e l'evidente stato organizzativo del campeggio e di rinunciare a pretendere la "nostra " piazzola. Ho avuto l'impressione di parlare con due ghiaccioli,mi hanno detto che avevano pagato per quella piazzola!!!(ben 50 euro di prenotazione)

EPILOGO:

per non scoraggiare gli eventuali frequentatori della spiaggia (ma poco curata) spiaggia naturista di Pinarello, voglio invece lodare l'ottimo campeggio attiguo California, dove con pochi euro in più ho avuto corrente elettrica, bagni degni di questo nome, un market più che onesto

con simpatia, Silvio e Michela.

Commento:

dispiace sicuramente per quello che è successo che , credo, si basa esclusivamente su un disguido peggiorato dal caldo e dallo stress dovuto all'enorme lavoro di questa estate.Spero di incontrarvi di nuovo al Villata

Ultimo aggiornamento Lunedì 31 Agosto 2009 12:06
 
valid xhtml valid css

2009 Amicidivillata - Associazione Naturista Europea